Blog&Nuvole

Un'iniziativa in collaborazione con La Triennale di Milano, sostenuta dalla Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte, con il patrocinio di Confartigianato

Orma

di Barbara Garlaschelli

C’era un’orma sul pavimento. Leggera ma indiscutibile. Inevitabile come il giorno che spingeva di lato la notte, tutte le mattine, al di là della finestra della sua camera da letto.
Ogni mattina un nuovo giorno.
Ogni mattina.
Ogni mattina.
L’uomo restò a contemplare l’orma. Era sulla soglia della sua camera. Di sicuro, se fosse andato oltre avrebbe visto le altre, solo che lui non si muoveva. I piedi si rifiutavano di percorrere anche solo un centimetro. Il corpo era come inchiodato alle assi del parquet. Solo gli occhi si muovevano. E il cervello.
Dietro quell’orma ce n’erano delle altre, ma lui non voleva vederle.
L’orma era di fianco allo stipite.
Il suo proprietario ci si era appoggiato contro, come un bambino che sbuca da dietro un angolo per curiosare, ed era rimasto lì. Non era avanzato.
Lui dormiva e l’altro era rimasto fermo a guardarlo.
Per quanto tempo?
Impossibile dirlo. Aveva preso le solite gocce per dormire ed era scivolato in un sonno senza sogni sino a dieci minuti prima, quando aveva aperto gli occhi di colpo, si era messo seduto sul letto, poi era sceso, aveva percorso un paio di metri e aveva visto l’orma.
Cosa lo aveva svegliato così di soprassalto?
Lo sapeva, lo sapeva ma non riusciva a mettere insieme i pensieri.
Un rumore?
Un’ombra?
Un soffio?
Cosa?
Era certo che se fosse riuscito a concentrarsi ci sarebbe arrivato, ma non ci riusciva. Riusciva solo a fissare quel segno leggero sulla soglia. E a pensare una cosa. Avrebbe potuto uccidermi e non l’ha fatto.
Non l’ha fatto.
Non l’ha fatto.
Una lacrima gli scese lungo la guancia. Una sola. Ridicola. Preziosa.
Chiuse gli occhi e respirò a fondo. Si voltò e tornò a sdraiarsi sul letto.
Avrebbe potuto uccidermi e non l’ha fatto.
Magari domani.
Magari.

 

commenti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: